ISSN 1973-9702

immagine copertina copia

 

Standard urbanistici: due declinazioni

 

Nicola Vazzoler

 

Il contributo pone l’attenzione sulla necessità di censire le diverse declinazioni assunte, a livello locale, dal Decreto sugli standard urbanistici oggi, a quasi cinquant’anni dalla sua emanazione. I casi proposti restituiscono due di queste declinazioni, scelte entro l’area metropolitana di Roma, con l’intento di comprenderne storie, caratteristiche ed eventuali differenze.

This paper focuses on the need to tack stock of current local implementations of the National decree on “stardand urbanistici” fifty years after its issuing. It analyses cases chosen within Rome’s metropolitan area which showcase two different approaches, with the aim of understanding their histories, characteristics and differences.

 

Nicola Vazzoler è architetto e Dottore di Ricerca in Politiche territoriali e progetto locale (con la tesi “Intensità urbana, un rapporto ragionato a partire dal caso di Roma”), è impegnato nella didattica (Università degli Studi di Trieste, IUAV e RomaTre), nella ricerca (fra gli altri il PRIN “Territori post-metropolitani” e “Piano di assetto dell’area monumentale del Colosseo”) e nell’attività professionale (“Monitoraggio delle forme periferiche contemporanee a Roma” per DGAAP MiBACT e collaborazione all’organizzazione del Progetto ROMA20-25 promosso dall’Assessorato alla Trasformazione Urbana di Roma Capitale e dal MAXXI). È co-fondatore di GU | Generazione Urbana e collabora con i giornali on-line “UrbanisticaTre” e “Planum”.

Nicola Vazzoler is an architect and holds a PhD in Urban Policies and Local Project from Roma Tre University. He did educational work and research at the universities of Trieste, IUAV (Venice) and Roma Tre (e.g. PRIN “Territori post-metropolitani” and “Piano di assetto dell’area monumentale del Colosseo” for RomaTre). As a professional, he participated in the drafting process of a number of urban development plans and other works (e.g. “Monitoraggio delle forme periferiche contemporanee a Roma” for DGAAP MiBACT and ROMA20-25 for Roma Capitale and MAXXI. He is GU | Generazione Urbana co-founder and works with online journals UrbanisticaTre and Planum.

Ciclo di incontri – Design Problems

A marzo il dottorato in “PAESAGGI DELLA CITTÀ CONTEMPORANEA. Politiche, tecniche e studi visuali” e il dottorato “POLITICHE TERRITORIALI E PROGETTO LOCALE” ospitano tre giornate dedicate all’Urban Design.

Il 13 marzo sarà presente Yodan Rofé, che presenterà There is a ” market ” of sustainable neighborhoods;

Il 16 marzo Matthew Carmona, con Explorations in Urban Design;

Il 17 marzo Sergio Porta, Masterplan and participation.

Le tre giornate saranno un momento di confronto e studio negli spazi dell’ex Mattatoio (largo G.B. Marzi), dove ha sede la facoltà di Architettura dell’Università Roma Tre.

Qui la locandina.

Descriptio Romae, una banca dati della città di Roma

Dopo anni di lavoro è stata completata la nuova versione del GIS Descriptio Romae, realizzata e messa in rete in open source dal Laboratorio di Urbanistica di Paolo Micalizzi.

In allegato la locandina della relativa giornata di studio, che avrà luogo il prossimo 13 gennaio alle ore 14,30 presso l’auditorium del museo dell’Ara Pacis.

Il nuovo strumento può essere utilizzato per archiviare progetti, studi, rilievi o immagini legati al centro storico di Roma, diventando una banca dati utile allo sviluppo di nuove attività di ricerca.

Qui l’allegato con maggiori informazioni.

Roma a Venezia, Venezia a Roma

Il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi Roma Tre alla 14. Biennale di Venezia

Il 19 dicembre, nelle aule dell’ex Mattatoio, il Dipartimento di Architettura ospita un incontro tra i curatori della 14. Biennale di Architettura di Venezia che hanno sviluppato parte del proprio percorso formativo e di ricerca all’interno dell’ex Facoltà di Architettura di Roma Tre.

A loro si devono decine tra progetti, workshop ed esposizioni che hanno contribuito ad arricchire la Biennale appena conclusa nell’ambito di un dibattito profondo quanto necessario, che sembra fondamentale non abbandonare.

Il Direttore del Dipartimento Elisabetta Pallottino ci ha invitato a organizzare un incontro in cui si ripercorreranno i progetti presentati e gli esiti dell’esperienza della Biennale, da leggere come parte di un percorso più ampio che il Dipartimento ha da tempo intrapreso nel sostenere progettualità formulate e portate avanti da studiosi e professionisti cresciuti all’interno della Facoltà.

I partecipanti faranno il punto su un’esperienza che li ha visti rispondere alle domande del curatore de La Biennale, Rem Koolhaas, e del suo staff: domande sullo stato del Paese, su un secolo di storia e di storie di luoghi, di architetture, di esperimenti e di esperienze sociali. L’edizione appena conclusa ha infatti inteso le esposizioni come “mostre-ricerca”, in cui riallacciare il legame tra progetto, necessità e umani desideri, e in cui, con le parole del presidente Paolo Baratta, “lo spirito di ricerca è sempre una preoccupazione della Biennale; qui però è la Biennale che si fa ricerca.”

Questa occasione vuole essere un luogo di condivisione e confronto con l’Ateneo e la città, per riflettere sullo stato del Paese e avviare la costruzione di nuovi percorsi di ricerca, anche in comune, a partire dai risultati di questo 2014.

Venerdì 19 dicembre 2014, ore 14:30 

Aula magna Adalberto Libera, Dipartimento di Architettura

L.go G.B. Marzi n.10, ex Mattatoio.

Qui la locandina.

L’INTERPRETAZIONE DEI LUOGHI. FLÂNERIE COME ESPERIENZA DI VITA

Mercoledì 26 novembre, presso il Dipartimento di Architettura di Roma Tre (L.go G. B. Marzi, 10 – Aula De Renzi), alle ore 18,00, nell’ambito del Laboratorio di Progettazione urbana avrà luogo la presentazione del libro di Giampaolo Nuvolati, Professore di Sociologia del territorio a Milano Bicocca:

L’INTERPRETAZIONE DEI LUOGHI. FLÂNERIE COME ESPERIENZA DI VITA

Firenze University Press 2013

 

Ne discutono: Elena Battaglini, Alessandro Galassi, Paolo Marchionne, Anna Laura Palazzo, Elisabetta Pallottino, Biancamaria Rizzo.

Qui la locandina.

 

Urban Natures. Incontro con 100land e realities:united

17 novembre 2014 ore 19.30
ACER – via di Villa Patrizi 11, Roma

Entrambi borsisti dell’Accademia Tedesca Villa Massimo, Jan Edler e Thilo Folkerts rappresentano due approcci diversi al paesaggio urbano contemporaneo. Se l’interesse di realities:united si concentra infatti sulla ricerca tecnologica e la capacità comunicativa dei nuovi media, l’attenzione di 100land è rivolta alla tangibilità e alla sensibilità della materia e degli organismi viventi.

L’incontro servirà a esplorare progetti e realizzazioni dei due studi, dalle celebri facciate interattive di realities:united agli spazi urbani, giardini e playground di 100land, per ragionare insieme sui temi della tecnica, della città e della sostenibilità dello spazio che abitiamo.

 

Both currently fellows at the German Academy Villa Massimo, Jan Edler and Thilo Folkerts represent two diverse approaches to contemporary urban landscape. In fact, the focus of realities:united’s interest is on technological research and the communicative capacities of new media; 100land’s attention is turned towards the tangibility and sensibility of materials and the living world. The lectures will be an exploration of projects and realisations of both offices. From the celebrated interactive media façades of realities:united to the urban spaces, gardens and playgrounds of 100land. Together they will reflect issues of technics, the city, and the sustainability of the spaces that we live in.

Città sostenibili, città resilienti

Dieci anni di politiche e progetti a New York. L’impegno di Roma Capitale.

25 novembre 2014, ore 18:00
Palazzo Senatorio, sala della Piccola Protomoteca
Roma, Piazza del Campidoglio 1

Il primo decennio del 2000 è stato per la città di New York un periodo di intenso cambiamento.

L’aumento della popolazione e la sua profonda diversificazione, l’inaccessibilità del mercato abitativo, l’invecchiamento delle infrastrutture ed il moltiplicarsi degli shock esterni – dall’11 Settembre fino all’Uragano Sandee – hanno rappresentato altrettante sfide cui la città ha deciso di rispondere promuovendo una visione condivisa e a lungo termine del proprio avvenire. Una visione che permettesse alla città di fare fronte ai rischi cogliendo allo stesso tempo le opportunità di un mondo sempre più complesso e turbolento.

L’istituzione dell’Office for Long Term Planning and Sustainability ha rappresentato la precondizione dell’introduzione nel 2007 di PlaNYC, il piano strategico con cui la città si è data obiettivi ambiziosi nell’ambito della sostenibilità e della resilienza urbane.

Elaborato con il pieno coinvolgimento di tutti i dipartimenti e le agenzie dell’amministrazione comunale, della comunità scientifica e degli attori economici e sociali, PlaNYC ha promosso politiche innovative negli ambiti della pianificazione urbanistica, delle infrastrutture, del verde pubblico, della gestione delle risorse e dell’energia.

Rohit Aggarwala e Adam Fried, entrambi direttori in momenti diversi dell’Office for Long Term Planning and Sustainability, presenteranno le politiche realizzate, gli obiettivi raggiunti e le lezioni apprese. Giovanni Caudo – Assessore alla Trasformazione Urbana – ed Estella Marino – Assessore all’Ambiente, Agroalimentare e Rifiuti – discuteranno l’esperienza di New York alla luce delle politiche e dei progetti promossi dall’amministrazione capitolina, a partire dall’imminente avvio del processo di elaborazione del Piano di Resilienza che Roma Capitale realizzerà nel quadro della sua partecipazione all’iniziativa 100 Resilient Cities.

 

Intervengono:

Rohit Aggarwala – Bloomberg Associates, già Direttore del New York City Office of Long-Term Planning & Sustainability

Adam Freed – Bloomberg Associates, già Acting and Deputy Director del New York City Office of Long-Term Planning & Sustainability

Estella Marino, Assessore all’Ambiente, all’Agroalimentare e ai Rifiuti di Roma Capitale

Giovanni Caudo, Assessore alla Trasformazione Urbana di Roma Capitale

NON TUTTE LE STRADE PORTANO A ROMA

PRIMO RAPPORTO “GIORGIO ROTA” SULL’INNOVAZIONE TERRITORIALE SOSTENIBILE NEL LAZIO nell’ambito dell’iniziativa UNIRETE

Giovedì 13 novembre, alle ore 17,00 al Palazzo dei Congressi, piazza Kennedy, Roma

Questo Rapporto si apre indagando l’articolazione geografica e socio-economica interna del Lazio, mettendone a fuoco dimensioni strategiche come quella produttiva, dell’innovazione e della sostenibilità; e si chiude sulla capitale, confrontando la realtà romana con quella delle altre metropoli italiane.

I Rapporti «Giorgio Rota» partono dall’idea che città e loro territori rappresentino snodi cruciali per la crescita, ricchi di potenziali non del tutto sfruttati; hanno come obiettivo di fornire a decisori pubblici e privati, studiosi e singoli cittadini scenari su cui ragionare, analisi, informazioni e proposte di policy che aiutino a collocare i problemi su uno sfondo più ampio e un tempo più lungo.

Programma dell’evento

17.05-17.10 Indirizzo di saluto Raffaele Minelli – Direttore Ricerche ABT-ISF-IRES

17.10-17.15 Il progetto Giorgio Rota: per una collana di rapporti sulle metropoli
Giuseppe Russo – Direttore Centro Einaudi

17.15-17.30 Immaginari del territorio laziale Anna Laura Palazzo – Università Roma Tre

17.30 -17.45 Caratterizzazione del territorio e prospettive di policy Elena Battaglini – ABT-ISF-IRES

17.45 – 18.00 Roma e le altre: il posizionamento della Capitale tra le metropoli italiane Luca Davico – Centro Einaudi e Politecnico di Torino

18-18.20 Q&A Discussant Stefano Fantacone – Presidente Sviluppo Lazio

Qui l’iscrizione all’evento.

Delirious New York


spettacolo ispirato all’omonimo testo di Rem Koolhaas, nell’ambito di Open Museum Open City

a cura di Hou Hanru

venerdì 7 novembre h 20,30, sabato 8 novembre h 21,30, domenica 9 novembre h 16,00

MAXXI | Museo Nazionale delle arti del XXI Secolo, Via Guido Reni 4/A, Roma

 

Dal 24 ottobre al 30 novembre con il progetto Open Museum City il MAXXI Museo Nazionale delle arti del XXI secolo si svuota per riempirsi di suono, immagini e movimenti con istallazioni site-specific e un ricco programma di eventi. Hou Hanru, curatore della mostra Open Museum Open City, del progetto invita OHT in questo paesaggio sonoro, immateriale, immersivo e incontrollabile. Un teatro, quello di OHT, ispirato all’architettura, allo spazio e all’immaginazione, un teatro che si fa anch’esso paesaggio.

Delirious New York, lo spettacolo in scena il 7 8 9 novembre, è un manifesto retroattivo di Manhattan, ispirato all’omonimo testo di Koolhaas. L’architetto olandese sostiene che la griglia architettonica della città non vada analizzata studiando i palazzi che la compongono, ma indagando la psicologia di chi li ha costruiti. L’immaginazione è alla base del delirio architettonico di New York, ed è il collante degli episodi urbani messi in scena da OHT. Il pubblico è testimone di un patchwork teatrale d’immagini che irrompono in un libero e personale processo d’associazione affidato alla mente e all’esperienza del singolo spettatore.

In scena coesistono quattro persone che pur parlando la stessa lingua o lingue diverse non riescono a comunicare fra loro. Eppure continuano a parlarsi, a raccontarsi e a raccontare cercando di ottenere qualcosa da questa situazione senza preoccuparsi troppo di come. Forse l’alacrità con cui cercano di soprassedere a questa incomunicabilità è una metafora del loro desiderio d’identità? Forse, ma il punto di partenza rimane il testo di architettura contemporanea che come nessun altro è riuscito a introdursi nella genesi di una città mitologica degli Stati Uniti d’America come New York City. Lo spettacolo cela un’indagine sul comportamento umano all’interno della città contemporanea.

Nato in forma di workshop itinerante all’Università IUAV di Venezia, il progetto teatrale e performativo è stato presentato all’interno di Manifesta 7 – Parallel Events per poi diventare uno spettacolo completo attraverso la vittoria del concorso REACT! del Festival di Santarcangelo nel 2009 sotto la direzione artistica di Ermanna Montanari. Nella stagione 2013/14, Delirious New York è stato rimesso in scena attraverso un progetto di “microcredito culturale” presentato al MiBAC e sostenuto dalla PAT – Provincia Autonoma di Trento, per facilitare la promozione di eventi collaterali in istituzioni non esclusivamente teatrali e ora approda a OMOC.

 

Info e biglietti:

Ingresso mostra 11 euro

Ingresso spettacolo per chi è già in possesso del biglietto della mostra 5 euro

Ingresso libero per under 26 il sabato e la domenica

TEMPORIUSO Manuale per il riuso temporaneo di spazi in abbandono, in Italia

di Isabella Inti / Giulia Cantaluppi / Matteo Persichino

ed. Altreconomia con il sostegno della Fondazione Cariplo

27 ottobre 2014 ore 18.30 | Casa dell’Architettura, Piazza Manfredo Fanti, 47 | Roma

SALUTI ISTITUZIONALI
Alfonso Giancotti Presidente CTS Casa dell’Architettura

COORDINATORE
Luca Montuori CTS Casa dell’Architettura

RELATORI
Francesco Careri Stalker, Laboratorio Arti Civiche
Pippo Ciorra Senior Curator museo Maxxi
Alessandro Gianni Coppola Assessorato alla trasformazione urbana,
Roma Capitale
Luca Galofaro the Booklist
Adriano Paolella Italia Nostra, Cittadinanzattiva
Stefano Ragazzo Orizzontale
Eliana Saracino TSPOON

Qui la locandina e l’invito

La mappa e lo sguardo. Che cos’è una città

Franco Farinelli, direttore del Dipartimento di Filosofia e Scienze della Comunicazione presso l’università di Bologna e Presidente dell’Associazione dei Geografi Italiani sarà presente

Giovedi 23 Ottobre 2014, h. 15 -18

presso l’Aula Musmeci, Dipartimento Architettura, Ex Mattatoio.

La conferenza è organizzata dall’Università Roma Tre e curata da L. Montuori e M. Cremaschi.

Qui la locandina

Biennale dello Spazio Pubblico | Invia la tua proposta

Fino al 30 novembre 2014 sarà possibile presentare una proposta di partecipazione alla III edizione della Biennale dello Spazio Pubblico. L’evento si terrà a Roma dal 21 al 24 maggio 2015.

Una volta selezionate le proposte seguirà un programma completo.

In linea con le precedenti edizioni, anche la terza Biennale adotta un sistema aperto che si basa sul modello partecipativo ed interattivo, con lo scopo di connettere diverse reti.

Per iscriversi:

http://www.biennalespaziopubblico.it/blog/2015-2/proposta-partecipazione/

Informazioni:

Segreteria BISP
C/O INU Lazio
Via Ravenna n.9b, Roma 00161
Tel / Fax  06.6889901 / 06.6879520
Email: segreteria@biennalespaziopubblico.it

Learning From the High Line | Elizabeth Fain LaBombard

3 giugno 2014, h. 15,30 | Aula Libera – Ex Mattatoio | Roma, largo Giovanni Battista Marzi 10

La Paesaggista parlerà delle sue esperienze svolte a New York, tra cui il progetto ambientale per la High Line, e le influenze sui suoi lavori attuali presso l’American Academy a Roma.

CONVEGNO | La bicicletta negli spostamenti casa-lavoro. Progetti ed esperienze a confronto

Venerdì 29 novembre, ore 9:30, Università degli Studi Roma Tre – Dipartimento di Architettura, Sala Urbano VIII – Via Madonna dei Monti, 40 – Roma

 

Il convegno è stato realizzato con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, dell’ ISPRA, dell’Assessorato alla Mobilità e ai Trasporti di Roma Capitale e dell’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità.

 

Ore 10:00 Mario Panizza, Saluti del Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre

Ore 10:15 Giovanna Rossi, Ministero dell’Ambiente – Direzione Generale per lo Sviluppo sostenibile, il Clima e l’Energia. Il mobility management e gli interventi del Ministero a favore della mobilità sostenibile

Ore 10:30 Guido Improta, Assessore ai Trasporti e mobilità, Roma Capitale. Gli obiettivi dell’amministrazione per la mobilità ciclistica e pedonale

Ore 10:45 Stefano Carrese, Università degli Studi Roma Tre. Mobilità sostenibile@RomaTre: la bicicletta negli spostamenti casa lavoro a Roma Tre

Ore 11:00 Marco Contadini, Agenzia Roma Servizi per la Mobilità. Gli interventi dell’amministrazione per la mobilità ciclistica e pedonale: l’attivazione di progetti pilota integrati. Un progetto condiviso tra il Comune e Roma Tre per promuovere la mobilità ciclistica nell’area di Piramide e San Paolo

Ore 11:15 Giovanna Martellato, Mobility manager ISPRA. La rete dei Mobility manager del sistema agenziale ISPRA. Il progetto di piattaforma formativa e-learning per i mobility manager degli enti pubblici

Ore 11:30 Gabriele Giustiniani, Centro di Ricerca per il Trasporto e la Logistica, “Sapienza” Università di Roma. Il progetto NAVIKI, un navigatore per ciclisti

Ore 11: 45 Tommaso Giacchetti, Valentina Gallo, Università degli Studi Roma Tre. La tua idea per l’Italia, proposta di legge sul mobility management

Ore 12: 00 Annalisa Greco, coordinatrice del Coordinamento Nazionale Mobility Manager Università. Obiettivi del Coordinamento Nazionale Mobility Manager Università

12:15 Roberto Battistini, Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Frammenti di ciclabilità sostenibile: prime esperienze all’Università di Bologna

A seguire, dalle 14:30 avrà luogo il 2° incontro nazionale del Coordinamento Nazionale Mobility Manager Università

 

Per informazioni: Università Roma Tre – Ufficio Mobility Manager – ufficio.mobilitymanager@uniroma3.it – tel 0657332087

 

Quale futuro per Roma sul mare?

presentazione del libro

Una capitale sul mare

a trent’anni dal Progetto Litorale ’83, riflessioni su una nuova politica per Roma

di Gualtiero Bonvino e Francesco D’Ausilio

6 novembre, h 18.00, aula Musmeci (ex Mattatoio), Facoltà di Architettura Roma Tre.

Introduce e modera:

Prof.ssa Anna Laura Palazzo – Università degli Studi Roma Tre

Discutono:

Prof. Vieri Quilici – Università degli Studi Roma Tre, Prof. Roberto Secchi – Università di Roma – Sapienza, Arch. Giacomina di Salvo – PhD, Assessore all’Urbanistica del X Municipio

Insieme agli autori:

Arch. Gualtiero Bonvino – PhD Candidate alla Bartlett School of Planning – UCL, On. Francesco D’Ausilio – Capogruppo PD in Assemblea Capitolina

 

U3 iQuaderni #01

Roma fra realtà e prospettive.

Rome between reality and perspective.

a cura di S. Ombuen e A.L. Palazzo

S. Ombuen

Strategie_nonstrategie. Un bilancio su Roma / Strategies_non-strategies. An assessment of Rome

M. Tolli

Rilanciare la periferia romana / Regenerating the periphery

A.L. Palazzo & E. Battaglini

Territori sostenibili / Sustainable territories

 

 

COST Conference “The Sense of Place”

Conferenza “The Sense of Place”  della rete europea COST che si terrà a Roma Tre dal 10 al 12 aprile in via Madonna dei Monti 40.