ISSN 1973-9702

VIII Giornata di Studi INU – Call for Paper

Una politica per le città italiane

12 Dicembre 2014. Dipartimento di Architettura, Università Federico II di Napoli, Via Forno Vecchio 36.

13 Dicembre, premiazione III edizione Premio Inu della Letteratura urbanistica.

SCADENZE
10  settembre 2014 invio Abstract in italiano o inglese (max 800 caratteri)
20  settembre 2014 comunicazione accettazione Abstract
16  ottobre 2014 invio relazioni finali

L’organizzazione della Giornata è articolata in 14 tracce, affidate ciascuna ad un coordinatore, con il compito di selezionare i papers e organizzare le sezioni, e a un discussant, riconosciuto esperto dello specifico settore, incaricato di approfondire criticamente i risultati delle ricerche presentate.

Responsabile scientifico della Giornata: Francesco Domenico Moccia

Comitato scientifico: Silvia Viviani, Donatella Venti, Sandro Fabbro, Angioletta Voghera, Mario Spada, Walter Fabietti, Maurizio Piazzini, Carlo Alberto Barbieri, Roberto Mascarucci, Marco Cremaschi, Camilla Perrone, Roberto Gerundo, Paolo La Greca, Michele Talia, A. Arcidiagono, M. Sepe

Comitato organizzativo della Giornata: Gilda Berruti, Emanuela Coppola, Michele Grimaldi, Marichela Sepe, Alessandro Sgobbo, Maurizio Russo, Eligio Troisi, Veronica Izzo, Carlo Gerundo, Isidoro Fasolino, Antonio Acierno

Media Partner: Planum, the Journal of Urbanism.

Per maggiori informazioni si rimanda alla CALL.

XVII CONFERENZA NAZIONALE SIU – Call for Papers

Milano, 15- 16 maggio 2014. 

Gli abstract dovranno pervenire entro il 1° febbraio 2014 per la preventiva approvazione al seguente indirizzo di posta elettronica:

siu.conferenza2014@gmail.com

 

“In un campo planetario sempre più urbano e sempre più interconnesso, il confronto tra le culture della pianificazione e della progettazione urbanistica sembra convergere sui grandi temi ispirati dalla coscienza dei limiti dello sviluppo, emersa con forza a partire dall’ultimo quarto del novecento. Il confronto nella ricerca di soluzioni adeguate a problemi di scala e intensità sempre maggiore muove da tradizioni e da culture che sono radicate tuttora nei rispettivi ambiti nazionali. La mobilità internazionale delle conoscenze e delle intelligenze, attraverso il mondo accademico e professionale, stimola il reciproco apprendimento, frutto a volte anche di fertili incomprensioni e di scomode convivenze. Proprio per questi motivi è opportuno riflettere per cogliere appieno l’originalità e la reciproca influenza delle matrici che contribuiscono al discorso contemporaneo sul governo del territorio.

La Società Italiana degli Urbanisti invita, in particolare, a discutere sui modi e sulle forme del confronto tra la nostra cultura disciplinare, cresciuta nelle scuole di architettura e di ingegneria civile e ambientale, contraddistinta dalla forte attenzione alla forma dello spazio antropizzato e all’interazione tra processi di urbanizzazione e ambiente, e le altre culture del sempre più vasto orizzonte col quale interagiscono i nostri saperi, le pratiche professionali, la didattica e la ricerca scientifica.

Da questa impostazione complessiva derivano una serie di approfondimenti, che possono riguardare tanto il ruolo attivo dell’urbanistica italiana nel mondo d’oggi e nel recente passato, come attività professionale e come “scuola di pensiero”, quanto l’assorbimento di altre culture da parte dell’urbanistica italiana in termini di metodi analitici, di tecniche e di questioni da trattare. Fare il punto sulla relazione della nostra comunità scientifica con le altre, che sono state e sono per noi un riferimento, costituisce lo sfondo rilevante per una molteplicità di scopi: definire le nuove competenze necessarie nella formazione di figure professionali capaci di inserirsi nel mercato globale del lavoro e della ricerca; contribuire nel merito al dibattito in corso sull’agenda urbana europea nel quadro della politica di coesione; rivendicare la formulazione di temi originali, come la conservazione dei centri storici e dei paesaggi di cui è ricca l’Italia, ma anche la sperimentazione di pratiche innovative in contesti geograficamente e culturalmente distanti; riconoscere le carenze strutturali che ritardano il recepimento di temi di ricerca ormai consolidati altrove, tra cui, ad esempio, quello dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili nel loro impatto sui sistemi urbani, territoriali e ambientali. ”

Atelier:

1. Insegnare e fare ricerca in un orizzonte internazionale e multiculturale > Coordinatori: Massimo Bricocoli e Camilla Perrone

2. L’urbanistica moderna italiana nel contesto internazionale > Coordinatori: Giulio Ernesti e Renzo Riboldazzi

3. Piani, programmi e interventi nella cooperazione internazionale e nei Paesi emergenti > Coordinatori: Daniela De Leo con Egidio Dansero e Silvia Macchi

4. Agenda urbana europea/italiana: un ruolo rinnovato delle città? > Coordinatrici: Valeria Fedeli ed Elena Marchigiani

5. Le culture politecniche dell’urbanistica italiana > Coordinatori: Maurizio Tira e Roberto Bobbio

6. Urban design: la via italiana > Coordinatrici: Antonella Bruzzese e Laura Montedoro

7. Scienze del territorio e progetto spaziale > Coordinatrici: Daniela Poli e Maria Rita Gisotti

8. Concetti nomadi e trasmigranti in urbanistica > Coordinatori: Michelangelo Russo e Massimo Angrilli

9. Rigenerazione dei quartieri: esperienze europee a confronto > Coordinatore: Giovanni Laino

Per maggiori informazioni consultare la Call.

Displacements: an x’scape journal – Call for Papers

November 2012: Berlin – Auschwitz
Call opens on November 2013 | Call for submissions deadline January 12th, 2014 | Selected works announcement January 26th, 2014 | Release date Displacements PlanA #1 March, 2014 (Brussels)

Displacements: an x’scape journal is an architectural & editorial project working to face in an integrated way the two essential aspects of any critical practice: knowledge and action. In order to do this, displacements opens its first call for written and/or cartographic essays, projects, or any other editable formats, working in and from the ambiguous relationship between law and architecture.

Understanding the nomos as a social process inseparable from the production of a common spatiality means that the relationship between law and architecture appears as a constituent social practice in which bodies, customs and territory materialize in landscape.

When exception turns into rule a zone of vagueness and indeterminacy appears, a zone in which the possibility for criminal displacements lies. Displacements born out of the need to operate in and from that area of ambiguity defined by the post-democratic contemporary exception.

Crime allows us to detect and understand the workings behind these new contemporary legal zones. Zones which are the result of an ongoing reconfiguration process between the bodies, practices and dispositifs forming them. To be able to analyze and act on them, it becomes necessary to look beyond scalar, disciplinary or historical divisions, from an expanded concept of landscape able to assert its ecological, political and social complexity.

For more info click here.

DISPLACEMENTS is soliciting essays ranging from 2000 to 3500 words, cartographic and mapping works, projects, or any other editable formats (video, audio, and other non-printable formats are welcomed as well). Graphic-based submissions will be accompanied by a text no longer than 500 words. Submissions must be previously unpublished and sent in complete form with a short bio of the author or authors todisplacementsjournal [a] gmail . com

Written material: Microsoft Word (.doc) format | Graphic material – Photography: CMYK with a 300 dpi resolution. JPEG or TIFF format | Graphic material – Drawings: Adobe PDF format | All material should be properly referenced and sources quoted in MLA Citation Style | All entries must be submitted either in English or Spanish

ISF 2013 – Call for Papers

 INTERNATIONAL SCIENTIFIC FORUM 2013

12-14 December 2013, “Vitrina” University, Tirana, Albania

(SUBMISSION DEADLINE: 30th November 2013)

All accepted papers will be published as a special publication with an ISBN number. The author will be sent a printed copy of the publication after the conference finishes.

The papers will be also published in a special edition of one of the most Influential international scientific journals in South Europe, The European Scientific Journal (ESJ).

The authors of the accepted papers are not obliged to present their works (personally or online).

ISF 2013 joint summit event organized by: European Scientific Institute, “Vitrina” University and the University of The Azores.

Supporting the concept of interdisciplinary the ISF welcomes submissions in all academic fields.

 

MIFS 2014 – Call for Papers

1st Mediterranean Interdisciplinary Forum on Social Sciences and Humanities

23-26 April 2014 Arab Open University, Beirut, Lebanon

(SUBMISSION DEADLINE: 10 March, 2014)

All accepted papers will be published as a special publication with an ISBN number. The author will be also sent a printed copy of the publication after the forum finishes.

The papers will be also published in a special edition of one of the most Influential international scientific journals in South Europe, The European Scientific Journal (ESJ).

Authors who will not be personally present on the event will be given the opportunity, on their request, to make an online presentation for the present participants and students.

The authors of the accepted papers are not obliged to present their works (personally or online).

Submission language: ENGLISH and ARABIC. All the presentations will be made in English.

MIFS 2014 is a joint summit event organized by: European Scientific Institute (ESI), Arab OpenUniversity, Lebanon and the University of The Azores, Portugal. Along the quality scientific schedule, great social programme for the participants will be provided.

Supporting the concept of interdisciplinary the MIFS welcomes submissions in all academic fields

Conferenza internazionale Metropoli e regioni – Call for Papers

Metropoli e regioni, tra competizione e complementarietà. Punti di vista incrociati tra Francia e Italia

9, 10, 11 aprile 2014, Université Paris-Diderot e Ecole d’urbanisme de Paris (Université Paris-Est Créteil)

(Scadenza per l’invio dell’abstract: 15 dicembre 2013)

In un contesto caratterizzato da una proliferazione di dibattiti e riforme riguardo alle reti di livello metropolitano in Europa, questa conferenza internazionale intende contribuire all’attuale discussione sui rapporti tra scala regionale e metropolitana, mettendo a confronto il punto di vista territoriale e quello delle politiche pubbliche, e privilegiando in particolare la comparazione tra Francia e Italia. Organizzato dalla Scuola francese di Roma, con l’UMR Géographie-cités (Universités Paris-Diderot et Paris 1, CNRS) e il Lab’urba (Université Paris-Est), con la collaborazione delle Università di Roma e Torino, la conferenza riunirà docenti e ricercatori di geografia, pianificazione, storia, scienze politiche e sociali, e responsabili politici e tecnici della pianificazione metropolitana e regionale.

Comitato d’organizzazione: La conferenza è organizzata dal gruppo Italie recompositions territoriales du local à l’Europe della Scuola francese di Roma. Sarà condotto da Marco Cremaschi (Università degli studi di Roma Tre), Aurélien Delpirou (Université Paris-Est Créteil), Dominique Rivière (Université Paris-Diderot) e Carlo Salone (Università degli studi e Politecnico di Torino).

Comitato scientifico: Daniel Béhar (Université Paris-Est Créteil), Marco Cremaschi (Università degli studi di Roma Tre), Aurélien Delpirou (Université Paris-Est Créteil), Ernesto D’Albergo (Università degli studi della Sapienza di Roma), Philippe Estèbe (IHEDATE), Floriana Galluccio (Università degli studi di Napoli – L’Orientale), Francesca Governa (Università degli studi di Torino), Christian Lefèvre (Université Paris-Est Marne-la-Vallée), Paolo Molinari (Università Cattolica di Milano), Petros Petsiméris (Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne), Gilles Pinson (Sciences Po Bordeaux), Maria Prezioso (Università degli studi di Roma II – Tor Vergata), Dominique Rivière, (Université Paris-Diderot), Carlo Salone (Università degli studi e Politecnico di Torino).

Le proposte dovranno essere inviate via e-mail entro il 15 dicembre come allegato al seguente indirizzo: metrop-regio.efr@parisgeo.cnrs.fr. Risposta del comitato scientifico: 31 gennaio 2014.

3rd EAHN INTERNATIONAL MEETING – Call for Papers

PhD Candidates Session
Architectural History in Italian PhD Programs: methodologies and experiences

Torino, 19-21 giugno 2014

(deadline per le candidature 15 novembre 2013)

Il Politecnico di Torino ospiterà il terzo Convegno Internazionale della European Architectural History Network (http://www.eahn2014.polito.it/). Il Comitato Scientifico e il Comitato Organizzatore propongono un’iniziativa mirata a dare visibilità internazionale ai giovani studiosi più promettenti, dottorandi o appena dottorati presso atenei italiani.

La European Association History Network è un’associazione internazionale nata nel 2005 come rete per sostenere la ricerca e favorire lo scambio e la diffusione delle conoscenze nel campo della storia dell’architettura. L’associazione, paneuropea (fondata a Parigi; la segreteria ha sede in Olanda, la presidenza è inglese, il board è internazionale) è affiliata alla Society of Architectural Historians e al College of ArtAssociation e coinvolge storici dell’architettura attivi in tutto il mondo. Organizza congressi con cadenza biennale: Torino è la terza sede dopo Guimarães (2010) e Bruxelles (2012).

Convegno Nazionale AIAPP 2013 – Call for Papers

“IL PROGETTO DI PAESAGGIO: MOTORE PER LO SVILUPPO ECONOMICO”

Roma 13 dicembre 2013

AIAPP organizza in occasione dell’Assemblea Nazionale di fine anno 2013 un nuovo Convegno, il secondo della serie che tratta temi culturali, scientifici, professionali programmati per il triennio 2013-2015, quale percorso di avvicinamento al 53° Congresso Mondiale di IFLA (International Federation of Landscape Architects) che si terrà a Torino nel 2016 e che AIAPP, in quanto membro Italiano di IFLA, è chiamata a organizzare.

Il Convegno sarà articolato nelle seguenti sotto-tematiche afferenti il paesaggio:

– Ambiente e Ecologia
– Produzione (agricola, energetica, ecc.)
– Aspetti ricreativi, Sport, Salute e Benessere
– Turismo, Archeologia e Cultura
– Contesto urbano e peri-urbano
– Patrimonio immobiliare e fondiario
Gli abstract dovranno pervenire entro l’8 ottobre 2013 per la preventiva approvazione all’indirizzo e-mail indirizzo: convegno@aiapp.net

“CITY PORTRAITS. DETROIT” Conferenza e call for papers

La conferenza, che si terrà il  24 e 31 ottobre 2013 rispettivamente presso IUAV – Aula Tafuri e Politecnico di Torino – Castello del Valentino,  propone una riflessione che si colloca su due binari paralleli, proponendo l’esplorazione delle vicende detroiter come fuoco                principale della giornata veneziana, e provando ad ampliare la prospettiva in un secondo appuntamento, dedicato a quelle città che come Detroit, anche se con                diversi gradi di incidenza, abbiano affrontato dinamiche e processi analoghi.
Il lancio della conferenza è accompagnato da una call for papers aperta a dottorandi, dottori, ricercatori e professionisti ( 25 agosto  termine per l’invio degli abstract), la quale si orienterà proprio alla raccolta di contributi che approfondiscano pratiche, progettualità ed esperienze che in altri contesti, anche molto lontani da Detroit, intercettino simili processi di deindustrializzazione, di dismissione urbana e di abbandono di parti di città. Al centro della call la dimensione “operativa” delle politiche, dei piani e dei progetti, con un particolare interesse per le tematiche legate al riciclo e del riuso della città, e per quelle pratiche di pianificazione più specificamente dirette ai temi della decrescita e della definizione di nuove forme di   sviluppo locale. In questo senso, ampio spazio sarà dedicato a quei contributi che si propongano di indagare la capacità di questo tipo di azioni di cogliere le dimensioni dell’informale e della temporaneità, di   formulare nuovi usi, vocazioni, luoghi ed identità                urbane, e di promuovere forme innovative di integrazione   tra i soggetti locali.

Per informazioni: http://detroitcityportrait.wordpress.com/ http://www.iuav.it/SCUOLA-DI-/RITRATTI-D/eventi-2013/detroit/call-for-p/index.htm